la rappresentazione

è essenziale

altrimenti la farfalla

circondarta da un gruppo di falene

incapace di vedere sé stessa

continuerebbe a tentare di diventare falena

– rappresentazione, da “the sun and her flowers”

Alle donne.

E’ capitato a tutte di sentirsi incomprese, come se non fossimo sintonizzate sulla frequenza del resto del mondo. E di conseguenza, tremendamente sole. In continua lotta con la nostra mente e il nostro cuore, in continua lotta con il nostro orgoglio, in continua lotta con il nostro passato.

Siamo un groviglio di emozioni e, a volte, sapere di non essere sole come si pensa può fare la differenza più grande del mondo. A dircelo è una donna forte e talentuosa, Rupi Kaur, che con le sue poesie si è data voce e l’ha data a chi non la trovava, scavando dentro di sé come poche donne riescono a fare.

Perché questi libri

I suoi 3 libri, così diversi e così simili, sono oggi dei bestsellers internazionali che penso ogni donna debba avere sul suo comodino.

Voglio presentarveli e parlarvene un pò, e ti invito a continuare a leggere se pensi di aver bisogno di una voce esterna che ti aiuti ad interpretarti, ad ascoltarti, a ridefinirti, a scoprire come andrà a finire.

Lo scopo di queste poesie è farci sentire vive, anche dopo aver affrontato quel rollercoaster che è la vita di ogni donna.

Io li ho acquistati tutti e 3 (e non sono proprio una tipa da collezionismo). Dall’uscita della prima raccolta milk and honey ho letteralmente perso la testa per questa autrice, mi ci sono rivista in pieno nonostante le nostre storie siano completamente diverse.

Se non sapessi chi è Rupi Kaur, lei è una poeta di origini indiane che ha sofferto le pene dell’inferno quando era bambina, subendo abusi sessuali all’età di appena 7 anni.

Ha passato tutto ciò che di bello e brutto la vita possa dare a una donna, e ha scelto la poesia come un mezzo per spiegarsi, un mezzo potentissimo che purtroppo ha una voce ancora troppo fievole per il mondo caotico in cui viviamo.

Contenuto

Ogni suo libro è diviso in fasi, che rappresentano periodi di vita caratterizzati dal suo vissuto personale.

Nel primo libro, milk and honey, divide la raccolta in ferire, amare, spezzare e guarire; il secondo, the sun and her flowers, lo divide in appassire, cadere, radicare, crescere e fiorire; il terzo, uscito questo Novembre e che ha già avuto un successo clamoroso, è home body, diviso in mente, cuore, riposo e risveglio.

Gran parte delle sue poesie sono brevi e coincise, altre sono più lunghe e descrittive, attraverso un linguaggio di tutti i giorni ma composto in un modo così melodico e con parole così azzeccate che è difficile non restare senza fiato: non riesci a non pensare “Dio, è davvero così”.

Sono tutte piccole storie, che parlano di amore, perdita, delusione, violenza, guarigione, femminilità, sensualità, famiglia, comunità, carriera, fallimento, anima e corpo. Manca qualcosa all’appello?

E una delle cose più belle è che in quasi tutte le pagine non ci parla solo con le parole, ma anche con le immagini: la stessa autrice ha realizzato dei disegni che vogliono rappresentare il significato dietro ogni verso, a renderlo ancora più percepibile e riconducibile al suo e al nostro vissuto.

Da quale vuoi partire?

Ecco qui i 3 libri di Rupi, in ordine di pubblicazione.


Io spero davvero che questo articolo vi sia piaciuto e che vi abbia invogliato ad acquistare uno di questi libri, vi assicuro che saranno un’ottima compagnia e che vi aiuteranno a ricentrarvi, a capire, e perché no, anche a sorridere.

Leggi altre recensioni dei miei libri preferiti qui

Grazie di essere stat* con me, ci vediamo presto con un nuovo articolo!

Ti potrebbe piacere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *